Location

L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn

 

COME ARRIVARE


piantina

IN AUTO

Il Trentino si raggiunge facilmente in auto, in moto e in camper. L’Autostrada A22 Brennero-Modena attraversa tutta la provincia e si raccorda con due delle principali autostrade italiane, la A1 Milano-Napoli e la A4 Milano-Venezia. Dalle uscite dell’A22 si diramano le strade statali che conducono a ciascuna località. Lungo il percorso la segnaletica è frequente e indica anche le attrattive storico-artistiche più importanti, la gastronomia e le stazioni sportive più conosciute
Per raggiungere l’Altopiano di Lavarone in macchina o in pullman i caselli di riferimento sono quello di Rovereto Nord per chi proviene da sud sulla A22 e quello di Trento Sud per chi proviene da nord. Per chi arrivasse da Venezia, Padova e Vicenza è consigliabile percorrere l’autostrada A31 della Valdastico e uscire al casello di Piovene Rocchette, continuando poi per la Valdastico.

IN TRENO

Le città principali della provincia, Trento e Rovereto, sono servite da treni a lunga percorrenza ed entrambe le stazioni si trovano vicino al centro cittadino. Da qui si possono raggiungere le altre località attraverso la rete di trasporti extraurbani che offre un servizio di autobus che raggiunge tutti i paesi del territorio.

Link utili:
Trenitalia Trenitalia per il Trentino Interscambi Treno-Bus nelle principali località del Trentino
DB Bahn
Trentino Trasporti

IN AEREO

  • Chi sceglie di volare può contare su quattro mete aeroportuali nelle province adiacenti al Trentino, da cui è possibile raggiungere la provincia attraverso le autostrade oppure la rete ferroviaria. Di seguito un elenco degli aeroporti con le distanze dalla città di Trento:
    Verona “Valerio Catullo” (90 km). E’ l’aeroporto di grandi dimensioni più vicino al Trentino, da cui è possibile raggiungere Trento in circa un’ora attraverso l’autostrada A22. E’ disponibile un servizio di aerobus tutti i giorni verso la stazione ferroviaria di Verona. Sono presenti anche alcune compagnie di autonoleggio.
  • Bolzano “Dolomiti” (57 km). Ospita principalmente voli da e verso Roma.
  • Venezia “Marco Polo” (163 km). Offre collegamenti con tutte le principali città italiane ed europee. E’ collegato alla stazione ferroviaria di Mestre tramite autobus di linea e al suo interno operano diverse compagnie di autonoleggio.
  • Bergamo-Orio al Serio “Caravaggio” (180 km). E’ il principale scalo italiano per le compagnie low cost. E’ collegato via autobus con le città di Bergamo, Milano, Brescia e Monza e ospita varie società di noleggio auto. Si arriva in Trentino in 1h50′ attraverso le autostrade A4 e A22.

I LUOGHI DELLA GARA – Lavarone 1170m s.l.m.

ESTATE

Una montagna dolce, che alterna rilievi di oltre 2000 metri a morbidi pascoli, malghe, boschi di abeti e torrenti cristallini
Folgaria, Lavarone e Luserna sono le principali località dell’area e ospitano tre distinte comunità che da secoli tramandano un patrimonio di tradizioni ormai unico nell’arco alpino. A Luserna si parla ancora oggi il cimbro, un’antica parlata tedesca che testimonia la colonizzazione tedesco-cimbra del X-XIII secolo. La Magnifica Comunità di Folgaria è erede dell’esperienza di autonomia delle comunità rurali e Lavarone rappresenta i numerosi piccoli centri accomodati sull’omonimo altopiano attorno al limpido lago.
A caratterizzare il paesaggio sono anche le testimonianze della Grande Guerra del 1915-18, che ha lasciato in eredità fortificazioni, trincee e camminamenti: da non perdere una visita al museo dell’unico forte rimasto intatto, il Belvedere-Gschwendt.
Gli Altipiani sono una perfetta palestra per gli amanti dello sport all’aria aperta. Ogni anno l’estate viene inaugurata dalla Marcia dei Forti, competizione non agonistica che richiama migliaia di podisti.
Ampie le possibilità di passeggiate ed escursioni, a piedi, a cavallo, in mountain bike, di praticare l’arrampicata sportiva, il volo libero e il tiro con l’arco. Il Nordic Walking Park è un’area con 17 percorsi, per 104 km distribuiti sui 105 km quadrati di territorio.

INVERNO

Vasti panorami e un’area sciistica apprezzata dagli sciatori sono lo Skitour dei Forti nel Trentino meridionale
È lo Skitour dei Forti, il carosello sciistico che collega i due centri di Folgaria e Lavarone: una rete di un centinaio di km di piste che si snodano tra i forti della Prima Guerra Mondiale, in un suggestivo percorso nella storia. Questa ski area è una delle più rinomate del Trentino grazie alla qualità dei 40 impianti di risalita, dell’ambiente e alla bellezza del paesaggio. All’arrivo in quota degli impianti e dai rifugi si può godere di un panorama a 360°, che spazia dalle Dolomiti di Brenta al Pasubio, dall’Adamello alle Pale di San Martino, dall’Ortles Cevedale fino alle Alpi austriache. Qui il clima è dolce, mai troppo freddo, e il sole dura più a lungo sulle piste mantenute perfettamente innevate.
Chi alle discese sugli sci preferisce le evoluzioni sulla tavola o il freestyle può divertirsi al Mazinga Park di Folgaria e al Prinze-Snowpark di Lavarone, mentre per tutti gli appassionati di sci di fondo e dello sciorienteering ci sono i due centri omologati per competizioni internazionali: il Centro del fondo di Passo Coe e il Centro del fondo di Millegrobbe, oltre al Centro del fondo di Forte Cherle sull’altopiano di Folgaria.
Ma gli Altipiani sono anche il luogo ideale per rigeneranti passeggiate con le racchette da neve, le ciaspole, come vengono chiamate qui, e non mancano altre divertenti alternative allo sci, come le slittinovie e il pattinaggio nel Palaghiaccio-Palafolgaria.